Comitato consultivo internazionale (IAC)

Prof Wendy Rogers, FRACGP, PhD (presidente)

Professore di Etica Clinica – Australia

Wendy Rogers è professore di etica clinica e vicedirettore del Macquarie University Research Center for Agency, Values ​​and Ethics, Macquarie University, Australia. Ha un interesse di lunga data per l'etica della donazione e del trapianto di organi. È stata due volte membro dell'Australian Health Ethics Committee, assumendo un ruolo guida nello sviluppo delle linee guida del National Health and Medical Research Council del 2007 per la donazione di organi e tessuti e guidando l'attuale revisione delle linee guida nazionali sull'etica della ricerca.

I suoi interessi di ricerca includono l'etica dei trapianti, l'etica della ricerca e della pratica chirurgica, l'intelligenza artificiale nell'assistenza sanitaria e i conflitti di interesse in medicina. Il lavoro di Wendy è ampiamente pubblicato su riviste mediche e bioetiche internazionali. Nel 2019, Wendy ha ricevuto il premio NHMRC Ethics ed è stata identificata come la principale ricercatrice australiana nel campo della bioetica. La sua ricerca che espone la pubblicazione di ricerche cinesi non etiche sui trapianti è stata riconosciuta a livello internazionale, portando alla sua inclusione in L'elenco di Nature delle 10 persone che contano nella scienza nel 2019 e I 12 migliori medici dell'anno secondo Medscape.

Clive Ansley

Avvocato – Canada

Il signor Ansley parla e legge cinese. Ha conseguito la laurea e la laurea in studi cinesi presso l'Università della British Columbia. Ha inoltre conseguito una laurea LLB presso l'Università di Windsor e una laurea LLM presso l'Università di Londra. In qualità di ex professore di storia, civiltà e diritto cinese, Ansley ha insegnato all'Università di Windsor e all'Università della British Columbia. Ansley ha anche insegnato diritto marittimo all'Università Fudan, Shanghai e diritto economico internazionale all'Università Jiaotong, Shanghai.

Da quando è arrivato in Canada nel 2003, il sig. Ansley ha rappresentato in diverse occasioni clienti in contenziosi civili contro agenti di polizia, e anche contro Walmart, un'importante azienda forestale, il BC College of Pharmacists, la città di Vancouver, la città di Courtenay e un Editore canadese.

Ansley ha fornito pareri di esperti sul diritto cinese a numerosi tribunali in Australia, Canada, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti

In pratica dal 1983, il signor Ansley ha gestito molti casi di contenzioso penale in Canada e oltre 300 casi di contenzioso in Cina.

Dott.ssa Angela Ballantyne PhD

Bioeticista – Nuova Zelanda

Il dottor Ballantyne è presidente dell'Associazione internazionale di bioetica e docente senior presso il Dipartimento di assistenza sanitaria primaria e medicina generale, Università di Otago, Nuova Zelanda. Nel 2016 ha ricevuto un UOW Award come Best Emerging Researcher. I suoi interessi di ricerca includono sfruttamento, etica della ricerca, vulnerabilità, etica della gravidanza e tecnologie riproduttive e ricerca per usi secondari con dati clinici.

Il dottor Ballantyne ha lavorato in una vasta gamma di contesti internazionali, tra cui Australia, Inghilterra, Europa e Stati Uniti. Ha lavorato in scuole di medicina, assistenza sanitaria primaria e filosofia. Il suo interesse per la politica sanitaria globale ha portato a una posizione di Funzionario tecnico per la genetica e l'etica per l'unità di genetica umana presso l'OMS a Ginevra nel 2005, dove ha lavorato a progetti riguardanti le questioni etiche, legali e sociali associate alla genetica medica.

Prof Arthur Caplan, PhD

Professore di Bioetica – USA

Il Professor Caplan è attualmente il Drs. William F e Virginia Connolly Mitty Professor e capo fondatore della Divisione di Bioetica presso il Langone Medical Center della New York University di New York City.

È co-fondatore e Dean of Research del NYU Sports and Society Program e capo del programma di etica presso il Global Institute for Public Health della NYU e ha anche fondato il Center for Bioethics e il Department of Medical Ethics e il Center for Etica biomedica, Università di Pittsburgh e Columbia University.

Il Prof. Caplan è autore o editore di trentacinque libri e oltre 700 articoli su riviste peer reviewed.

Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui la Medaglia McGovern dell'American Medical Writers Association e il Franklin Award dalla città di Filadelfia. Era una persona dell'anno 2001 da USA Today. È stato descritto come una delle dieci persone più influenti nel campo della scienza dalla rivista Discover nel 2008.

LEGGI DI PIÙ

È stato anche premiato come una delle cinquanta persone più influenti nell'assistenza sanitaria americana dalla rivista Modern Health Care, una delle dieci persone più influenti in America nella biotecnologia dal National Journal, una delle dieci persone più influenti nell'etica della biotecnologia dai redattori di Nature Biotechnology e una delle 100 persone più influenti in biotecnologia dalla rivista Scientific American. Ha ricevuto il Patricia Price Browne Prize in Biomedical Ethics per il 2011. Nel 2014 è stato selezionato per ricevere il Public Service Award dalla National Science Foundation/National Science Board, che premia individui e gruppi che hanno dato un contributo sostanziale all'aumento della comprensione pubblica della scienza e ingegneria negli Stati Uniti. A maggio 2016 la National Organization for Rare Disorders (NORD) lo ha insignito del "Rare Impact Award".

Ha conseguito sette lauree honoris causa da college e scuole di medicina. È membro dell'Hastings Center, della NY Academy of Medicine, del College of Physicians di Filadelfia, dell'American College of Legal Medicine e dell'American Association for the Advancement of Science.

È un commentatore regolare di bioetica e questioni sanitarie per WebMD/Medscape, per la radio WGBH a Boston e per la radio pubblica WMNF a Tampa. Appare frequentemente come ospite e commentatore su vari altri media nazionali e internazionali.

Prof. Irwin Cotler, OC

Professore emerito di diritto e avvocato internazionale dei diritti umani
Fondatore, Raoul Wallenberg Center for Human Rights – Canada

Irwin Cotler è professore emerito di diritto alla McGill University, ex ministro della giustizia e procuratore generale del Canada, membro del Parlamento di lunga data e recente fondatore e presidente internazionale del Raoul Wallenberg Center for Human Rights.

Studioso di diritto costituzionale e comparato, il professor Cotler è intervenuto in pietra miliare Carta dei diritti casi nei settori della libertà di parola, libertà di religione, diritti delle minoranze, diritto di pace e giustizia per crimini di guerra.

In qualità di ministro della Giustizia e procuratore generale, ha varato la prima legge in assoluto sulla tratta di esseri umani; ha elaborato la prima legislazione sull'uguaglianza matrimoniale in assoluto; ha guidato la delegazione canadese alla Conferenza di Stoccolma sulla prevenzione e la lotta al genocidio; e ha reso il perseguimento della giustizia internazionale una priorità per il Canada, compreso l'avvio dei primi procedimenti giudiziari per istigazione al genocidio e commissione di crimini di atrocità di massa in Ruanda.

Avvocato internazionale per i diritti umani, ha prestato servizio come consulente per prigionieri di coscienza tra cui Andrei Sakharov e Natan Sharansky (Unione Sovietica), Nelson Mandela (Sud Africa), il dottor Saad Eddin Ibrahim (Egitto) e, più recentemente, blogger saudita incarcerato Raif Badawi e la leadership Baha'i imprigionata in Iran. È stato anche membro della Commissione internazionale d'inchiesta sul destino e sul luogo in cui si trova Raoul Wallenberg. Un articolo su di lui sulla rivista nazionale canadese - Maclean's - lo ha definito "consigliere degli oppressi", mentre l'Oslo Freedom Forum lo ha definito "Consiglio della libertà".

LEGGI DI PIÙ

Il professor Cotler è un ufficiale dell'Ordine del Canada, il più alto riconoscimento civile canadese. Tra i suoi recenti riconoscimenti, è stato il primo canadese a ricevere la Medaglia del Centenario della Fondazione Internazionale Raoul Wallenberg; il primo destinatario del Roméo Dallaire Award for Human Rights Leadership; è stato eletto parlamentare canadese dell'anno 2014 dai suoi colleghi; e ha ricevuto il premio inaugurale per i diritti umani della Law Society of Upper Canada. Nella sua citazione, la Law Society ha riconosciuto “gli sforzi instancabili dell'onorevole Irwin Cotler per assicurare pace e giustizia a tutti.

Prof. Heather Draper PhD

Cattedra di Bioetica, Scienze della Salute, Warwick Medical School, Università di Warwick – Regno Unito

Heather ha una reputazione internazionale come bioetica con oltre 100 articoli di ricerca su un'ampia gamma di questioni di bioetica in riviste e raccolte curate. È professoressa di Bioetica all'Università di Warwick nel Regno Unito.

Heather è stata invitata a far parte di diversi organismi politici nazionali (Comitato per le donazioni del Regno Unito, Commissione per la genetica umana (cooptata), Autorità di regolamentazione dei trapianti vivi non correlati) oltre ad essere attiva nell'etica clinica e di ricerca a livello locale. È stata anche consulente etica per il Royal Center of Defense Medicine e ha guidato un progetto finanziato dall'ESRC che esplora le sfide etiche affrontate dal personale del Servizio medico della difesa che si è schierato in Sierra Leone durante l'epidemia di Ebola in Africa occidentale. Continua a scrivere in aree di interesse per l'esercito medico e per l'etica dei trapianti.

Durante il 2020-2021 è stata membro del gruppo consultivo di etica pandemica "core" del coronavirus (COVID-19) per un NHS Trust locale, attingendo alle sue esperienze durante la pandemia di influenza suina del 2009 e al lavoro sull'etica pandemica nel 2008-9. Faceva anche parte di un gruppo di ricerca (finanziato dall'AHRC) che si occupava dei problemi etici vissuti da coloro che stavano affrontando la pandemia o del riavvio di servizi non correlati al COVID in pediatria e maternità, mentre la pandemia imperversava ancora in il Regno Unito.

Luisa Greve

Specialista in Affari Internazionali/Asia – USA

Louisa si occupa di diritti umani da oltre tre decenni. Mentre prestava servizio presso il National Endowment for Democracy come direttrice per l'Asia orientale, funzionario senior del programma e responsabile del programma, ha sviluppato il programma di piccole sovvenzioni di NED per l'Asia orientale poiché è cresciuto da meno di 1.5 milioni di dollari nel 1993 a 8 milioni di dollari a sostegno di quasi 90 gruppi della società civile nel 2009. Ha sviluppato nuovi programmi per Corea del Nord, Mongolia, Cambogia, Malesia, Vietnam e Cina, compreso il sostegno ai diritti umani tibetani e uiguri. È stata vicepresidente di NED per l'Asia, il Medio Oriente e il Nord Africa e i programmi globali dal 2009 al 2017, dove ha supervisionato oltre 60 milioni di dollari all'anno in sovvenzioni per attivisti per i diritti umani e la democrazia in 40 paesi.

 

La signora Greve ha fatto parte del consiglio di amministrazione di Amnesty International USA dal 1993 al 1998 ed è stata co-presidente del China & Tibet Coordination Group dal 1990 al 1999. Ha fatto parte del Virginia State Advisory Committee della US Commission on Civil Diritti e il Consiglio di fondazione dell'Associazione Telluride. È stata membro del gruppo di lavoro dei membri a termine del Council on Foreign Relations sulle minacce globali emergenti e del Taiwan Policy Working Group (AEI/Armitage International, 2008). Ha testimoniato davanti ai comitati e alle commissioni del Congresso sui diritti umani in Cina e la promozione della democrazia in Asia, ed è l'autore di “La Cina al punto di non ritorno? La periferia tormentata” (Journal of Democracy).

Ethan Gutmann

Giornalista Investigativo
Co-fondatore, coalizione internazionale per porre fine agli abusi sui trapianti in Cina

Ethan Gutmann, un analista cinese con sede a Londra e investigatore sui diritti umani, è l'autore di Losing the New China (Encounter Books, 2004) e The Slaughter (Prometheus, 2014). Ha scritto per pubblicazioni come il Wall Street Journal Asia, The Weekly Standard, National Review e Investor's Business Daily, mentre ha informato il Congresso degli Stati Uniti, la Central Intelligence Agency, il Parlamento europeo e le Nazioni Unite. Ha anche testimoniato a Londra, Ottawa, Canberra, Dublino, Edimburgo, Praga e Gerusalemme. Ex analista di politica estera presso la Brookings Institution, Gutmann è apparso su PBS, CNN, BBC e CNBC ed è stato recentemente nominato per il Premio Nobel per la Pace 2017.

LEGGI DI PIÙ

La ricerca del sig. Gutmann sulla sorveglianza Internet cinese, sul sistema Laogai e sull'intersezione delle attività occidentali con gli obiettivi di sicurezza cinesi ha ricevuto un'attenzione costante per quasi 15 anni.

Il suo libro The Slaughter: Mass Killings, Organ Harvesting, and China's Secret Solution To Its Dissident Problem è stato pubblicato nel 2014.

È coautore del rapporto investigativo del 2016 An Update to Bloody Harvest e The Slaughter. Il rapporto esamina meticolosamente i programmi di trapianto di centinaia di ospedali in Cina, attingendo a resoconti dei media, propaganda ufficiale, giornali medici, siti Web ospedalieri e una vasta quantità di siti Web cancellati trovati negli archivi.

David Kilgour (1941-2022)

Ex Segretario di Stato per l'Asia-Pacifico
Co-fondatore, coalizione internazionale per porre fine agli abusi sui trapianti in Cina

David Kilgour è stato un ex ministro del governo canadese, membro del Parlamento, pubblico ministero, avvocato, autore, editorialista e difensore dei diritti umani.

Eletto per la prima volta alla Camera dei Comuni del Canada nel 1979, è stato rieletto sette volte per la regione sud-orientale di Edmonton, Alberta. Mentre era in Parlamento, è stato Vice Presidente e Presidente delle Commissioni di tutta la Camera, e nel gabinetto di Jean Chretien come Segretario di Stato per l'America Latina e l'Africa (1997-2002) e Segretario di Stato per l'Asia-Pacifico (2002-2003 ). È stato co-presidente dell'ONG Friends of a Democratic Iran, direttore della Ottawa Mission (for homeless men) Foundation, direttore dell'ONG First Step Forum con sede a Helsinki e membro della sessione della Westminster Presbyterian Church.

LEGGI DI PIÙ

Prima di entrare in Parlamento, era un avvocato della Corona e difensore. Il suo lavoro di accusa è iniziato come assistente procuratore cittadino a Vancouver, in seguito ha lavorato al contenzioso fiscale per il Dipartimento di giustizia di Ottawa. Nel 1970-72 è stato procuratore della corona per il distretto giudiziario di Dauphin nella sua nativa Manitoba. Dal 1972 al 79 è stato un agente senior del procuratore generale dell'Alberta a Edmonton.

I suoi premi includono Honorary Doctor of Divinity (Knox College, University of Toronto); Premio Speciale, Congresso Canadese Ucraino – Consiglio Provinciale dell'Alberta; Premio Masaryk, Associazione Cecoslovacca del Canada; Premio per i diritti umani, B'Nai Brith Canada; Premio Katipuma, Consiglio delle Associazioni filippine di Edmonton; Premio per il servizio eccezionale, Associazione Edmonton Sikh; Premio Community Religious Liberty, International Religious Liberty Association, Liberty Magazine e Chiesa avventista del settimo giorno.

Nel 2006, il signor Kilgour è stato coautore di Bloody Harvest: prelievo di organi di praticanti del Falun Gong in Cina insieme a David Matas. Sia il signor Kilgour che il signor Matas sono stati nominati per il Premio Nobel per la pace 2010 per questo lavoro.

È stato coautore del rapporto investigativo del 2016 An Update to Bloody Harvest and The Slaughter. Il rapporto esamina meticolosamente i programmi di trapianto di centinaia di ospedali in Cina, attingendo a resoconti dei media, propaganda ufficiale, riviste mediche, siti web ospedalieri e una grande quantità di siti web cancellati trovati negli archivi.

Dott. David Matas

Avvocato per i diritti umani
Co-fondatore, coalizione internazionale per porre fine agli abusi sui trapianti in Cina

David Matas è un avvocato, autore e ricercatore internazionale per i diritti umani con sede a Winnipeg e attualmente agisce come Senior Honorary Counsel per B'nai Brith Canada. Ha servito il governo del Canada in numerosi incarichi, tra cui quello di membro della delegazione canadese alla Conferenza delle Nazioni Unite su una Corte penale internazionale; la task force per la cooperazione internazionale sull'educazione, la memoria e la ricerca sull'olocausto; e le conferenze dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa sull'antisemitismo e l'intolleranza. È stato anche coinvolto in diverse organizzazioni, tra cui il Canadian Helsinki Watch Group, Beyond Borders, Amnesty International e il Canadian Council for Refugees.

LEGGI DI PIÙ

Il signor Matas ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il Manitoba Bar Association Distinguished Service Award nel 2008, l'Ordine del Canada nel 2009, il Canadian Bar Association National Citizenship and Immigration Section Achievement Award nel 2009 e la International Society for Human Rights Swiss Section Premio per i diritti umani nel 2010. Nel 2018, David ha ricevuto una laurea honoris causa in giurisprudenza dall'Università dell'Alberta e una laurea honoris causa in giurisprudenza dalla Concordia University di Montreal nel 1996.

Nel 2006, il signor Matas è stato coautore di Bloody Harvest: prelievo di organi di praticanti del Falun Gong in Cina insieme all'on. David Kilgour. Sia il signor Matas che il signor Kilgour sono stati nominati per il Premio Nobel per la pace 2010 per questo lavoro.

David Matas è un coautore del rapporto investigativo del 2016 An Update to Bloody Harvest e The Slaughter. Il rapporto esamina meticolosamente i programmi di trapianto di centinaia di ospedali in Cina, attingendo a resoconti dei media, propaganda ufficiale, giornali medici, siti Web ospedalieri e una vasta quantità di siti Web cancellati trovati negli archivi.

I suoi altri lavori includono Why Did You Do That? L'autobiografia di un difensore dei diritti umani; Justice Delayed: criminali di guerra nazisti in Canada con Susan Charendoff; Chiudere le porte: il fallimento della protezione dei rifugiati con Ilana Simon; Non più: la battaglia contro le violazioni dei diritti umani; Parole insanguinate: odio e libertà di parola; e scossa di assestamento: antisemitismo e antisionismo.

Professor David McGiffin

Professor David McGiffin, MB BS, FRACS

Chirurgo del trapianto di cuore e polmone – Melbourne, Australia

Il Prof. McGiffin è un chirurgo cardiotoracico che si è formato in Australia e ha trascorso molti anni lavorando presso l'Università dell'Alabama a Birmingham, Birmingham Alabama, USA. È tornato in Australia nel 2013 e ha assunto la carica di Responsabile della Chirurgia Cardiotoracica presso l'Alfred Hospital e Professore di Chirurgia Cardiotoracica, Monash University, Melbourne.

La sua carriera clinica comprende la cardiochirurgia generale, ma si è concentrato sulle malattie cardiache e polmonari allo stadio terminale, in particolare il trapianto di cuore e polmone negli adulti e nei bambini e il supporto circolatorio meccanico. La carriera del Prof. McGiffin abbraccia i primi giorni del trapianto di cuore, quando i risultati erano scarsi, attraverso il notevole percorso mondiale di miglioramento progressivo degli esiti del trapianto di cuore e polmone.

Il Prof. McGiffin ha avuto anche una carriera accademica con particolare attenzione al trapianto di cuore e polmone ed è stato coautore di uno dei principali libri di testo sul trapianto cardiaco che include una sezione sull'uso del cuore dei prigionieri giustiziati per il trapianto in Cina . Ha pubblicato numerosi articoli e capitoli di libri su riviste di chirurgia cardiotoracica e trapianti.

Edward McMillan-Scott

Fondatore, strumento europeo per la democrazia e i diritti umani – Regno Unito

Edward McMillan-Scott è stato eurodeputato per Yorkshire & Hunter dal 1984 al 2014 e vicepresidente del Parlamento europeo dal 2004 al 2014. In qualità di vicepresidente, il suo portafoglio comprendeva Democrazia e diritti umani e Relazioni transatlantiche. Riconosciuto e rispettato a livello internazionale come strenuo difensore dei diritti umani, dai dissidenti dell'ex blocco sovietico alla Cina e al mondo arabo, Edward presta la sua voce ai senza voce.

Frequentatore assiduo del Medio Oriente, da tempo sostiene le riforme democratiche in tutto il mondo arabo. Ha fondato lo strumento europeo per la democrazia ei diritti umani (EIDHR) da 180 milioni di euro, che promuove la democrazia ei diritti umani in tutto il mondo, operando senza il consenso del paese ospitante.

Nel 2013, Edward ha lanciato il Progetto Difesa delle Libertà a Bruxelles e Washington insieme all'attivista cinese cieco Chen Guancheng. Il progetto transatlantico tra l'UE e gli Stati Uniti mette in evidenza le violazioni dei diritti umani nel mondo e invita gli eurodeputati e i membri del Congresso degli Stati Uniti a difendere i singoli prigionieri di coscienza in tutto il mondo.

Edward sostiene le libertà civili, elezioni eque, tassazione equa, riforma dell'istruzione e riforma radicale della politica agricola comune dell'UE. Ha smesso di mangiare carne nel 2008 per attirare l'attenzione sui cambiamenti climatici; Le questioni "verdi" e del patrimonio sono centrali nella sua agenda. Sostiene la governance economica dell'UE dopo la crisi dell'euro per sostenere il mercato unico dell'UE, che ha creato 3.5 milioni di posti di lavoro nel Regno Unito. Si batte anche per migliorare i diritti dei bambini in tutta l'UE.

Dott. Sev Ozdowski AM FAICD

Professore onorario, Center of Peace and Conflict Studies e Director of Equity and Diversity – Australia

Il dottor Ozdowski è Direttore dell'Equità e della Diversità presso l'Università di Western Sydney, Professore Onorario presso il Center of Peace and Conflict Studies presso l'Università di Sydney e Presidente dell'Australian Council for Human Rights Education.

In qualità di Commissario per i diritti umani (2000-05) ha condotto l'innovativa "Inchiesta nazionale sui bambini in detenzione per immigrazione "Un'ultima risorsa?" e l'Inchiesta nazionale sui servizi di salute mentale "Non per servizio".

Inoltre, il dottor Ozdowski ha pubblicato molti articoli e ha rappresentato l'Australia nei negoziati sulla Convenzione delle Nazioni Unite per i diritti delle persone con disabilità, presso la Commissione per i diritti umani delle Nazioni Unite e in una serie di altri incarichi in tutto il mondo.

Tra il 1980 e il 96 il dottor Ozdowski ha lavorato all'interno dei portafogli del governo federale del Primo Ministro e del Gabinetto, del Procuratore Generale e degli Affari Esteri, dove ha svolto un ruolo importante nel progresso delle principali politiche e istituzioni multiculturali e sui diritti umani dell'Australia. Tra il 1996 e il 2000 ha diretto l'Office of Multicultural and International Affairs in South Australia.

Il dottor Ozdowski ha conseguito un LLM e un Master in Sociologia presso l'Università di Poznan, in Polonia, e un dottorato di ricerca presso l'Università del New England, Armidale. Nel 1984, il dottor Ozdowski ha ricevuto la borsa di studio Harkness, che lo ha portato alle università di Harvard e Georgetown e all'Università della California per lavorare su relazioni razziali, diritti umani internazionali e pubblica amministrazione.

È stato anche insignito di un dottorato onorario dalla RMIT University di Melbourne e per il suo servizio alla comunità polacca e per aver promosso le relazioni polacche australiane, il dottor Ozdowski ha ricevuto il Medaglia dell'Ordine d'Australia nel 1995. È stato anche riconosciuto per i suoi eccezionali contributi al movimento per i diritti umani in Polonia e gli è stato presentato il Medaglia Solidarietà nel 2006 e più recentemente con il Croce d'Ufficiale dell'Ordine al Merito dal presidente polacco.

Per molti anni il dottor Ozdowski è stato coinvolto in una serie di organizzazioni di volontariato e dal 2006 è Presidente del Comitato Nazionale per l'Educazione ai Diritti Umani.

Robin Palmer

Prof. Robin Palmer

Professore di diritto/avvocato – Nuova Zelanda

Robin Palmer è professore di diritto presso l'Università di Canterbury, in Nuova Zelanda, e, prima ancora, Direttore dell'Institute for Professional Legal Training (IPLT), affiliato all'Università di KwaZulu-Natal, Durban, Sud Africa. È anche un avvocato praticante (avvocato).

È stato coinvolto in numerosi casi di alto profilo, anche come avvocato difensore nel processo "Trust Feed", in cui è stata definitivamente provata l'esistenza di squadre di sicari dell'apartheid. Dal 2006 al 2012 è stato il principale procuratore specializzato del caso "Life", in cui broker internazionali, gruppi ospedalieri locali e chirurghi sono stati perseguiti per traffico illegale di organi.

Ha anche condotto vari corsi di formazione e consulenza per UNDP, UNODC, OSI, OSISA, Commonwealth, USAID, GIZ, DFID, EU, IBA e altri in diversi campi dal 1995 ad oggi, tra cui riforma della giustizia, assistenza legale, progetti di sviluppo costituzionale e di buon governo in vari paesi dell'Africa, dell'Asia e dell'Europa orientale. Dal 2012 al 2013 è stato membro del Task Team dell'IBA Human Rights Institute su riciclaggio di denaro, evasione fiscale, povertà e diritti umani. 2009.

Ha avviato e condotto un corso di diploma post-laurea in investigazione forense presso l'Università di Kwazulu-Natal in Sud Africa dal 2000 e attualmente si sta specializzando in diritto penale transnazionale e internazionale, traffico di organi, problemi di corruzione e riforma del settore legale.

Benedetto Rogers

Autore, giornalista – Regno Unito

Benedict Rogers è il Team Leader dell'Asia orientale presso l'organizzazione internazionale per i diritti umani Christian Solidarity Worldwide (CSW), con sede a Londra, dove è specializzato in Birmania, Indonesia, Cina e Corea del Nord. È anche co-fondatore e vicepresidente della Commissione per i diritti umani del Partito conservatore nel Regno Unito, fondatore dell'ONG Hong Kong Watch ed ex candidato parlamentare.

Ben viaggia molto nella regione, tra cui oltre 50 visite in Birmania e nei suoi confini e diverse visite in Indonesia. Nel 2010 si è recato in Corea del Nord con Lord Alton di Liverpool e la baronessa Cox di Queensbury, membri della Camera dei Lord, e nel 2011 ha co-fondato la Coalizione internazionale per fermare i crimini contro l'umanità in Corea del Nord (ICNK). Ben ha anche vissuto e viaggiato a Timor orientale e in Cina, e in precedenza ha lavorato in Pakistan e Sri Lanka. Dal 1997 al 2002 ha vissuto a Hong Kong, lavorando come giornalista, e nel 2003-2004 ha lavorato a Washington, DC, dove ha stabilito la presenza di CSW.

Ben informa regolarmente alti ministri e funzionari del governo, membri del Parlamento del Regno Unito, Unione Europea, funzionari delle Nazioni Unite, uffici del Congresso degli Stati Uniti e Dipartimento di Stato sui diritti umani e la libertà di religione o credo in Asia, e ha testimoniato in audizioni al Parlamento europeo , la Camera dei Comuni, la Dieta giapponese e il Congresso degli Stati Uniti. È relatore regolare a conferenze e università di tutto il mondo.

LEGGI DI PIÙ

È autore di sei libri e collabora regolarmente con i media internazionali, tra cui Il Wall Street Journal, il New York Times, l'Huffington Post, il Guardian e Il Catholic Herald, ed è apparso su BBC, CNN, Sky e al-Jazeera. Ben ha un master in studi cinesi presso la School of Oriental and African Studies (SOAS) e una laurea in storia moderna e politica presso il Royal Holloway College, Università di Londra. È co-fondatore della International Coalition to Stop Crimes Against Humanity in North Korea (ICNK) e ha testimoniato al Congresso degli Stati Uniti, al Parlamento europeo, al Parlamento britannico e al Parlamento giapponese.

Russel Forte

Prof. Russell W. Strong AC CMG PJN RFD

BDS, MB BS, MRCS LRCP, FRACDS, FRCS (Eng), FRACS, FACS,
FASGBI (on), FRCSE (on), FASA (on), FACS (on)

Professore emerito, pioniere della chirurgia epatopancreatobiliare e dei trapianti di fegato

Il professor emerito Russell W. Strong è un pioniere nel campo della chirurgia epatopancreatobiliare e del trapianto di fegato, sia nella regione dell'Asia Pacifico che a livello internazionale. Ha istituito il primo programma di trapianto di fegato in Australia nel 1985 e ha aperto la strada a diversi aspetti di questo, in particolare, in relazione all'utilizzo di porzioni di fegati adulti di donatori deceduti per il trapianto
nei bambini ed eseguito il primo trapianto di fegato da donatore vivente di successo al mondo, da una madre a suo figlio nel 1989. Sotto la sua guida, l'unità del Princess Alexandra Hospital di Brisbane, ha formato più di 85 chirurghi internazionali in chirurgia e trapianto di fegato , e al suo ritiro a Brisbane, è andato in Malesia per due anni per aiutare con il loro programma di chirurgia del fegato e per organizzare trapianti di fegato in Malesia.

Ha all'attivo circa 300 pubblicazioni nella letteratura scientifica/medica, inclusi 18 capitoli di libri e un'autobiografia. È stato docente ospite/visiting professor in più di 100 occasioni in 24 paesi.

A causa delle violazioni dei diritti umani nella Cina continentale e dell'uso di prigionieri giustiziati come donatori di organi, ha rifiutato di addestrare qualsiasi chirurgo da lì nel trapianto di fegato ed è stato schietto nel condannare queste attività in Cina.

Enver Tohti

Ex chirurgo dello Xinjiang, Cina – Regno Unito

Enver Tohti ha lavorato per oltre 13 anni presso il Railway Central Hospital di Xinjiang, in Cina, come oncologo chirurgico. È presente nel pluripremiato documentario Difficile da credere dove racconta la sua storia di essere stato chiesto di rimuovere gli organi da un prigioniero vivente che aveva appena ricevuto un colpo di pistola non fatale al petto. Successivamente ha parlato in numerosi eventi in tutto il mondo, tra cui audizioni parlamentari e anteprime di film.

Dopo aver scoperto la connessione tra il tasso di tumore maligno sproporzionatamente alto e il test nucleare nel bacino del Tarim nello Xinjiang, ha svelato l'effetto devastante del test nucleare girando il film documentario Morte sulla via della seta. Di conseguenza è stato costretto a lasciare la RPC e a chiedere asilo nel Regno Unito. Dopo essersi stabilito a Londra, ha continuato a promuovere la conoscenza delle scioccanti conseguenze dei test nucleari nell'area di Lupnor (luobopu) e ha combattuto per i diritti delle vittime del test. Tohti ha anche condotto una campagna per i diritti umani del popolo uiguro e, per diversi anni, ha guidato le attività politiche uiguri nel Regno Unito. La sua posizione più razionale e realistica sulla questione uigura si è rivelata incompatibile con le tendenze separatiste di altre organizzazioni della diaspora uigura con sede in Occidente, quindi si è staccato dal Congresso mondiale uigura e da allora in poi ha continuato la sua crociata individuale. Tohti ha creato la piattaforma online Silk Road Dialogue, in cui vari gruppi di interesse potevano condividere le loro opinioni e discutere questioni controverse in modo civile.